I MEMBRI

Presidente

comites ghisini_0Elisabetta Ghisini Milanese di nascita, laureata alla Statale in Lettere e Filosofia, mi occupo di comunicazione aziendale dal ‘90. Trasferita a San Francisco nel ‘94 come responsabile del Communications Department di McKinsey, ho sempre lavorato in ambito Marketing e Comunicazione, come VP e CMO per societá internazionali di consulenza. Da vari anni insegno all’universitá, prima a Stanford, poi a USF, e attualmente alla Hult School of Business. Sono Board member di BAIA, e sono molto coinvolta nella comunità italiana di San Francisco.

Vorrei fare in modo che il Comites diventi la voce della comunità italiana locale, dando la possibilità a tutti i residenti di contribuire con idee e iniziative. Le mie aree d’interesse sono principalmente due. Rappresentare gli interessi della comunità di professionisti italiani della Bay Area, proponendo iniziative che risultino utili per il mondo professionale a cavallo tra l’Italia e la Bay Area, con un’attenzione particolare per le istanze sociali dell’emigrazione recente. Sostenere attività che interpretano la cultura e la società italiana in chiave contemporanea, tra le quali, per esempio, la campagna a favore dell’insegnamento della lingua italiana nelle scuole locali, e la collaborazione tra mondo universitario e business.


Vice-Presidente

comites morabito_0Francesca Morabito – Laureata in Ingegneria Gestionale (Master) presso l’Università di Catania, sono da due anni ricercatrice al The Molecular Foundry (LBNL). Fuori dagli interesti professionali, sono anche Direttrice delle Attività Accademiche e di Networking per Italian Society at Berkeley. Il mio spirito artistico mi ha portato a far parte di Ars Minerva, un’organizzaione artistica no-profit fondata a San Francisco. Come Marketing Director dell’organizzazione, promuovo i capolavori Italiani dell’arte e musica dimenticati. Amo essere socialmente molto attiva e mi piace diffondere l’orgoglio dei giovani italiani residenti in US, cosi’ pubblicizzare i nostri grandi tesori storici.

Il mio contributo al COMITES sarà focalizzato sull’ organizzazione di attività ed eventi che riuniscano la comunità di italiani con passioni e interessi comuni, e soprattutto in ambito accademico, fra università italiane e americane. Inoltre, mi impegnero’ con progetti per l’insegnamento della lingua e della cultura italiana nelle scuole e supportero’ tutte le iniziative volte alla valorizzazione degli small business di tradizione italiana negli US.


Tesoriere

Massimo Costetti – Sono arrivato in California nel 2012 per completare i miei studi in Business Administration a UC Berkeley e dopo aver lavorato per un incubatore di aziende Italiane negli USA, oggi sono Chief Operating Officer di Maikii Inc., filiale USA di una società Italiana nel settore consumer electronics. Ho partecipato fin da subito alle attività di diverse associazioni Italo-Americane nella Bay-Area e ho aiutato molti studenti Italiani arrivati da poco ad introdursi nella vita universitaria e lavorativa Americana, perchè credo che sia importante restare sempre connessi tra di noi per conoscerci e collaborare nell’interesse di tutti.

Ho deciso di candidarmi per rendere il Comites un organo attivo, moderno e trasparente. Il Comites deve promuovere le attività socio-culturali ed economiche della comunità italiana, tutelare la cultura e la lingua Italiana negli USA e coordinare le attività delle associazioni italo-americane presenti in tutta la circoscrizione, anche lontano da San Francisco. Facendo uso della mia esperienza a UC Berkeley, voglio promuovere la collaborazione tra le università locali e quelle italiane. Grazie al mio lavoro conosco le problematiche delle aziende italiane che vogliono espandersi negli USA e voglio impegnarmi per favorire gli scambi commerciali e le altre attività di business.


Membro dell’esecutivo

Davide Pietrobon – Sono originario di Modena. La curiosità per la Fisica fondamentale e la Filosofia mi hanno portato a Roma, dove ho conseguito la laurea in Fisica ed iniziato il Dottorato di Ricerca in Astronomia, terminato negli ultimi due anni a Portsmouth, Inghilterra. Entusiasta della vita del ricercatore, ho trascorso i successivi quattro anni a Pasadena, al California Institute of Technology, per analizzare i dati della sonda spaziale Planck, una collaborazione ESA-NASA per lo studio dell’ ”eco del Big Bang”. Trasferito all’Università di Berkeley per terminare l’analisi dei dati cosmologici, lavoro oggi come ricercatore presso HERE–Nokia.

Come membro del Comites, intendo mettere al servizio la mia esperienza di ricercatore e socio fondatore dello Young Researcher Meeting, un congresso annuale dedicato a giovani ricercatori di Fisica teorica e applicata. Il mio obiettivo principale è quello di facilitare l’innovazione nella ricerca italiana, ispirandomi alla fitta rete di collaborazioni fra università ed imprese presente nella Bay Area. Ciò si accompagna a un interesse più generale di preservare e perpetuare l’insegnamento della lingua e cultura italiana, con particolare attenzione ai figli degli italiani residenti negli Stati Uniti, fin dai primi anni di vita.


Segretario

Sonia Marcella Spadoni Alioto – Diploma di ragioneria – laurea in giurisprudenza – specializzazione UE in diritto e amministrazione immobiliare.

Nel 1999 mi sono sposata e sono venuta a vivere a Novato dove ho lavorato come traduttrice di testi legali e tecnologici per varie società della Bay Area. Per 3 anni ho lavorato per la società di e-learning GlobalEnglish assistendo la clientela italiana. Nel 2003 ho aperto uno studio con mio marito di consulenza e assistenza per coloro che hanno pratiche amministrative o legali da svolgere in Italia. Ho una bambina di 8 anni. Assessore ai servizi sociali nel Comune di Ostellato per 3 anni. Nel 2004 mi sono candidata nel Partito Indipendente per le prime elezioni politiche degli italiani all’estero.

Attraverso il Comites vorrei innanzitutto far sapere agli italiani che vivono nella nostra circoscrizione che siamo uno strumento indispensabile per raggiungere quello che è il progetto più ambizioso di qualsiasi democrazia: la partecipazione del cittadino alle istituzioni. A questo scopo vorrei rendere il Comites visibile e alla portata di tutti per raccogliere idee ed esperienze che possano contribuire a dare unità alla comunità italiana, nonché creare canali di comunicazione con il consolato che consentano di mettere in luce e di affrontare le problematiche e le esigenze degli italiani della nostra circoscrizione.


Consigliere eletto

Fulvio A. Picerno – Sono di origine Calabrese. Laureato in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Salerno. Ho consequito un Master in US Legal Studies presso la Golden Gate University di San Francisco, California e sono abilitato all’esercizio della professione forense sia nello stato della California che in quello di New York. Esercito la mia professione legale nell’ Area della Baia di San Francisco e rappresento individui che hanno subito un danno personale o patrimoniale a causa di negligenza altrui. Vivo nella città di Newark, California. Sono sposato da 13 anni e ho due figli. Amo l’opera lirica a la canzone napoletana.

Vorrei diffondere la conoscenza del Comites e delle sue funzioni tra i miei connazionali, in modo che chiunque possa usufruire dei suoi servizi. Cooperare con il Consolato e con le istituzioni della Madre Patria affinché le istanze dei miei connazionali siano prese in debita considerazione.  Concertare con associazioni e istituzioni locali per la continua affermazione della lingua e cultura italiana nella circoscrizione. Collaborare con gli altri Comites, ovunque nel mondo, affinché ci sia un continuo scambio di idee a promozione della lingua, cultura, innovazione, imprenditoria, arte e genialità italiana nel mondo.


Consigliere eletto

Silvia Veronese – Credo fortemente nella cultura italiana, nella bellezza del nostro paese e nei suoi valori artistici. Il mio obbiettivo è di fare del Comites un punto focale di appoggio per la comunità italiana e per tutti coloro che amano l’Italia. Vorrei istituire una linea diretta ( Skype, mail, Twitter) che permetta a tutti i connazionali di comunicare in qualsiasi momento con il Comites, non solo per avere utili indicazioni o informazioni varie, ma anche per ricevere supporto in situazioni di emergenza di qualsiasi natura,  affinchè tutti possano essere sempre e tempestivamente informati su tutto quanto li possa coinvolgere.


Consigliere eletto

Francesco Meo – Sono nato a Francavilla Fontana (Brindisi) dove ho effettuato tutti i miei studi lavorando in parallelo nella fattoria di mio padre fino all’età di 18 anni. Nel 2004 mi sono trasferito a Torino dove ho conseguito la laura triennale in Ing. Informatica presso il Politecnico. Ho successivamente deciso di proseguire i miei studi e conseguire il Master in Francia, presso l’INPG di Grenoble, dove ho studiato e lavorato per due anni. Questo mi ha anche permesso anche di entrare a far parte della grande famiglia Erasmus dandomi la possibilità di conoscere e frequentare per molto tempo l’ambiente degli italiani all’estero sia da studente che da lavoratore.

Nel 2010, spinto dalla voglia di conoscere un mondo nuovo e pieno di opportunità, quale poteva essere la Silicon Valley agli occhi di un giovane appena laureato, mi sono trasferito negli Stati Uniti dove attualmente vivo e lavoro in qualità di Senior Software Engineer in Cisco Systems.

Avendo passato tanti anni all’estero, penso di conoscere bene i problemi che i nuovi arrivati affrontano arrivando negli States e vorrei mettere questa mia esperienza al servizio della nuova e della vecchia immigrazione con la creazione di un Comites nuovo, efficiente e aperto a tutti. Vorrei un Comites che possa essere punto di riferimento per tutti quelli che, in Italia, vogliano espandere i loro confini sfruttando le potenzialità della Silicon Valley per promuovere le loro attività di ricerca e innovazione. L’obiettivo è quello di creare un “ponte” virtuale che possa facilitare il passaggio/scambio di persone e di idee tra l’Italia e la Bay Area.


Consigliere eletto

Annalisa Siagura – Dal 2008 sono iscritta all’Albo degli Psicologi del Lazio. Dopo nemmeno un mese dall’esame di abilitazione faccio le valigie e parto per gli USA destinazione UC San Diego dove comincio a lavorare con il Dipartimento di Psichiatria. Da li’ il passo e’ stato breve per un Dottorato in Neuroscienze Cognitive in collaborazione con l’Istituto di Tecnologie Avanzate Biomediche dell’Universita’ di Chieti-Pescara che conseguo nel 2013. Parto per la East Coast destinazione Columbia University (NY) come Postdoctoral research scholar al Taub Institute. Attualmente svolgo la mia attivita’ nella Bay Area lavorando con bambini affetti da Disturbo Autistico e Ritardo Mentale.

Vorrei creare eventi fundraising per: supportare gli italiani che per motivi medici devono stabilirsi qui e fornire assistenza durante la loro permanenza; creare Borse di studio per studenti italiani eccellenti con le maggiori università della Bay area (UC Berkeley, Stanford, UCSF); creare un sito web dove imprenditori italiani della Silicon Valley possano interagire con la comunità aggiornando l’evoluzione dei loro progetti e offrendo opportunità di lavoro; realizzare un Docu-film, storie ordinarie di persone eccellenti che dalla vecchia alla nuova immigrazione si raccontano insieme, con lo scopo di divulgare conoscenza sugli italiani della Bay Area oltre il confine.


Consigliere eletto

Rino Bertini – Mi sono laureate a USF e poi ho fatto il mio Master in International Business al California State University in International Business. Dopo essermi diplomato entrai all Thompson Vacation una compagnia Inglese che operava nel settore del turismo e di voli charters. Piu tardi ho continuato a lavorare nel campo del Turismo con Tour Operators. Poi passai all’Alitalia Airlines e piu tardi alla Singapore Airlines come Terminal Manager. Oggi lavoro  come Manager per la compagnia Intercontinental Hotels che gestisce diversi Hotels a San Francisco. Sono attualmente Presidente del Tuscany Club e della California Italian Chamber of Commerce, nonche socio di diverse Associazioni della Bay Area.

Ho ricoperto la carica di Presidente del Comites in passato. Mi sono ricandidato perché penso che il Comites debba essere un’espressione della comunità italiana e non solamente un’espressione di alcuni individui. Inoltre credo nella trasparenza finanziaria, nella promozione di attività sociali e culturali, nella tutela dell’insegnamento della Lingua e della Cultura Italiana nel territorio consolare, nella difesa dei diritti di tutti i cittadini italiani qui residenti  qualunque siano le loro problematiche. Il Comites deve essere un ponte ideale che unisce tutti e tutto perché l’“Unione fa la Forza”.


Consigliere eletto

Lorenzo Scarpone  – Lorenzo Scarpone is a native of the Abruzzi region in central Italy.
Raised on a farm, where his family produced their own food and grew their own grapes to make wine, Lorenzo was introduced to the importance of culinary and wine-making traditions at a very young age. This environment nurtured his passion for food and wine and inspired the career path that would eventually lead to the creation of Villa Italia. Lorenzo attended the highly-regarded Hotel and Restaurant school in Giulianova, and had his own restaurant on the Adriatic Coast at a young age. Anxious to see the world, he served as a wine steward for Sea Goddess Cruises, then arrived in San Francisco and became sommelier at the noted Donatello Restaurant. Lorenzo currently resides in San Francisco with his wife Susy and their three children Fabio, Sofia and Niccolò.
Exposed to all the great wines of the world, Lorenzo was convinced that the regional treasures of Italian viticulture were woefully underrepresented in the world market, and set out to remedy the situation. Villa Italia, founded in 1989, began by importing the great value wines of Lorenzo's native Abruzzi region – Montepulciano d' Abruzzo and Trebbiano d' Abruzzo. In addition he searched out small up-and-coming producers from other regions of Italy, assembling a portfolio of wines distinguished by their price/quality ration at all levels. Villa Italia's wines have received outstanding reviews from Gambero Rosso (Italy's leading wine journal), Wine Spectator, Robert Parker and Stephen Tanzer.
Lorenzo, an active member of the Slow Food Organization, founded the first convivium in the United States. Today, he still continues to be the San Francisco convivium leader. Slow Food is an organization based in Italy, which seeks to preserve local artisanal, culinary and viticultural traditions throughout the world.
Lorenzo says that Villa Italia's goal is to introduce Americans to Italian wines, to complement the food that we eat. He has succeeded, and his wines are true discoveries that complement life as well.


Consigliere eletto

Paolo Pontoniere – Giornalista, napoletano, mi sono trasferito a San Francisco inizio anni ottanta, quando la West Coast, e il Bacino del Pacifico per i media italiani erano un “hic sunt leones” sulla mappa USA. Ci arrivai come inviato itinerante di Frigidaire e ci ritornai per promuovere Reperti del Terzo Millennio, un progetto museale dedicato all’archeologia futuro, promosso da Arci Nova.
Negli anni sono stato corrispondente di Panorama, L’Espresso, Focus, Repubblica, del Los Angeles Times, di Pacific News Service e di New America Media. Sebbene coprissi lo stesso terreno informativo arato da altri corrispondenti, fui il primo corrispondente italiano a raccontare Silicon Valley dal suo interno. Ho così scritto articoli, organizzato convegni, progetti di scambi economici e culturali e curato mostre sulla nostra esperienza negli USA, sul nostro contributo alla realizzazione del Sogno Californiano e alla creazione di Silicon Valley.
Dopo quasi un decennio da vice presidente di un’azienda del settore biotecnologico e nutraceutico, oggi—sebbene continuo a scrivere–opero come consulente startegico per lo sviluppo di attività per l’upcycling dei principi nutritivi delle derrate agricole di scarto, dello zero-waste, e della nutraceutica.
Quando nel 2015 si parlò della rielezione dei COMITES rilanciai l’idea di creare una rete dell’intelligenza italiana nel mondo che convergesse sulla realizzazione di progetti di arrichimento globale delle nostre comunità e della nostra patria e di fare di San Francisco il suo fulcro, così nacque Rete Italia.
Dal luglio del 2019 sono consigliere del COMITES e rimango dell’idea che questa rete sia ancora da costruire e che il COMITES debba facilitarla collegandosi alle comunità locali della sua giurisdizione. Due temi mi paiono definitivi: immigrazione e diritti umani. A questi si collega la necessità di rivedere la narrativa che associa ingiustamente la cultura italiana e italo-americana a quella dei conquistadores, ignorando il fatto che anche noi siamo stati vittime dello stesso sistema di sfruttamento di cui sono stati vittime in Nativi Americani, i cinesi, i giapponesi e gli irlandesi. E ciò non solo per spirito storiografico ma perché sono palpabili sia negli USA, che nel resto del mondo, segni di una rinascente intolleranza etnica e razziale nei confronti dei diversi e la nostra comunità potrebbe rimanerne di nuovo vittima.